Seminario GISCEL Lombardia, 12 - 14 ottobre 2010

 

 

SEMINARIO DI STUDIO

                  PER DOCENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI  I E II GRADO

  

 

             IMPARARE A PENSARE E A COMUNICARE

 

         ALCUNI NODI DELL EDUCAZIONE LINGUISTICA

  

                                                   RELAZIONI E LABORATORI

 

Aula magna

Istituto Comprensivo “A. Stoppani”

Via Monteverdi 6, Milano

12 e 14 ottobre 2010, ore 15-18

 

 

  http://www.giscel.org/

 

Maria Teresa Serafini

 

Tecniche del ragionamento e della persuasione:

dalla pubblicità alla scrittura

 

1)       La retorica antica, la “nuova retorica”, “everyday reasoning” (tecniche del ragionamento quotidiano);

2)       Il ragionamento: procedura per passare da ciò che si conosce (i dati di partenza) alla dimostrazione di una propria opinione;

3)       Ogni  ragionamento può essere decomposto  nella forma di argomento: premesse e conclusioni;

4)       Un argomento corretto deve: a. avere premesse accettabili, b. utilizzare tutta l’informazione rilevante, c. utilizzare schemi di ragionamento validi;

5)       Schemi deduttivi: Modus ponens, modus tollens, sillogismo distintivo, ipotetico e universale;

6)       Schemi induttivi: induzione per enumerazione e induzione per analogia;

7)       Modello di Toulmin: affermazione, base, garanzia, retroterra;

8)       Falsi argomenti:  argomento ad hominem (insulto, ironia, analogie spiacevoli, paradossi, ecc.) ,  china pericolosa o teoria del domino, pratica comune, principio di autorità;

9)       Differenza tra dimostrare (rigore, logica, deduzione…) e persuadere (coinvolgimento dell’ascoltatore, espressioni ad effetto, sapiente presentazione della materia, induzione, uso del proprio prestigio e altri falsi argomenti…);

10)   I testimonial nella pubblicità. La pubblicità Progresso;

11)   La struttura di un testo argomentativo. Raccolta degli argomenti su colonne.  Esempio di struttura del testo: Introduzione (enunciazione della questione in discussione, narrazione di antefatti), presentazione della tesi, presentazione di dati e premesse a difesa della tesi con anticipazione di obiezioni con confutazione - eventualmente con concessioni-, ripresa della tesi più volte e sintesi alla fine;

12)   Esercitazione: “Una strada per Craxi?: pro  e contro”. Analisi di testi sui giornali.

 

 

BIBLIOGRAFIA

-  Cialdini, R. B., Le armi della persuasione. Come e perché si finisce col dire di sì, Giunti Barbera, 1989

-  Colombo A., I pro e i contro. Teoria e didattica dei testi argomentativi, La Nuova Italia, 1992

-  Lo Cascio, V. , Grammatica dell’argomentare. Strategie e strutture, La Nuova Italia, 1991

-  Lo Cascio, V. Persuadere e convincere oggi, Academia Universa Press, 2009

-  Mortara Garavelli, B., Manuale di retorica, Bompiani, 1989

-  Perelman, Ch., Il campo dell’argomentazione. Nuova retorica e scienze umane, Pratiche Editrice, 1979

- Perelman, Ch., Olbrechts-Tyteca, L., Trattato dell’argomentazione. La nuova retorica, Laterza, 1966

-  Plebe, A. Breve storia della retorica antica, Laterza, 1988

-  Plebe, A., Emanuele, P., Manuale di retorica, Laterza, 1988

-   Serafini, M. T.,  Il ragionamento e la persuasione. Dispensa

-  Toulmin, S. Gli usi dell’argomentazione, Rosemberg & Sellier, 1975

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: